Diagnosi di un tumore - parte 2

comportamento

Clicca qui per leggere la prima parte

Nel caso si presentino dei sintomi particolari e il vostro medico vi prescrive degli accertamenti, sicuramente farete esami del sangue, delle radiografie ed eventualmente delle biopsie.

Per quanto riguarda gli esami del sangue, oltre ai parametri di base , vi prescrivera' l'analisi di marcatori specifici in base ai sintomi; importante e' valutare l'andamento dei marcatori nel tempo quindi sarebbe consigliabile fare i controlli nello stesso laboratorio clinico; perche'l'aumento del valore di un marcatore e' da tenere sotto stretta osservazione mentre un valorecostante dello stesso non deve allarmare in quanto puo' essere fisiologico.

Visita la sezione dedicata ai prodotti

Oltre agli esami del sangue, normalmente per verificare la situazione si usa la cossiddetta"diagnostica per immagini" ovvero si collegano dei computer alle apparecchiature per elaborare i dati.

Abbiamo la TAC (Tomografia assistita dal computer), una macchina cheemette raggi X, i quali attraversano l'organo da esplorare e cozzano contro un sensoreche genera dei segnali, letti a loro volta da un computer che formera' delle immaginitrasversali dell'organo esaminato (ossa, tessuti molli, cervello e vasi sanguigni); da questesi possono ricostruire gli altri piani del corpo.

Visita la sezione dedicata ai prodotti

Durante questo esame viene iniettato un mezzo di contrasto jodato perche' se e' presente una neoplasia, questa lo assorbira', cosi'la TAC ci dara' la sua sede e la sua dimensione.

Altro esame e' la RM (Risonanza Magnetica); questa apparecchiatura utilizza un computercollegato ad un magnete.

Con questa apparecchiatura otteniamo le immagini degli organipotendoli analizzare nei vari piani dello spazio.

Anche qui viene utilizzato un mezzo di contrasto paramagnetico che si individua all'interno dei vasi e nel tumore, ottenendo cosi'la sede e la dimensione di una eventuale neoplasia.

Per fare questo tipo di esame bisogna essere introdotti in un tunnel, non molto largo e veniamo dotati di un pulsante chepossiamo premere ai primi segnali di panico (probabile per chi soffre di claustrofobia), cosi'il personale provvedera' ad estrarre il paziente da questo tunnel.

Visita la sezione dedicata ai prodotti

Non sempre questa diagnosi comporta l'annullamento dell'esame; si puo' discutere colpersonale se riprendere l'esame oppure se la diagnosi fatta fino a quel momento e' sufficiente.

Ci sono anche delle RM "aperte", che non analizzano pero' tutti gli organi; per questoe' meglio chiedere al medico qual'e' il tipo di RM da fare.

Clicca qui per la terza parte

oppure Visita la sezione dedicata ai prodotti